Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2013

Ogni uomo ha diritto alla vita. Questo diritto spetta sia al bambino non ancora nato, fin dal momento del concepimento, come al bambino già nato, sia agli anziani e ai malati come ai sani. Anche a voi, uomini politici, come ho già detto ai vostri Vescovi che vi hanno preceduto nella visita alcune settimane fa, dico: “Fate tutto il possibile per risvegliare le coscienze degli uomini e salvare la vita dei bambini non ancora nati. Con questa difesa del diritto alla vita per tutti gli esseri umani, all’inizio e alla fine del loro cammino terreno, si dimostra la credibilità della speranza che per tutti […] c’è sempre una possibilità di vita”. (beato Giovanni Paolo II, dal Discorso del 30 aprile 1988 ad un gruppo di deputati tedeschi)

GiovanniPaoloII.1980

Annunci

Read Full Post »

Oggi la Santa Chiesa fa memoria (nella forma ordinaria del rito romano) di santa Caterina da Siena. In Italia per noi è una festa particolare, perché non solo festeggiamo una grande santa penitente e una nostra compatriota, ma anche perché la vergine senese è, assieme a san Francesco d’Assisi, patrona d’Italia. Questo provvedimento – di nominare cioè questi due santi quali protettori del nostro Paese – fu uno dei primi provvedimenti presi dal venerabile Pio XII quando, nel 1939, salì al soglio petrino. Era infatti il 18 giugno di quell’anno quando papa Pacelli emanava in merito un breve apostolico. Ricordiamo tutto questo con una breve citazione proprio da quel documento del pastor angelicus:

Santa Caterina, la fortissima e piissima vergine, che valse efficacemente a ridurre e a stabilire la concordia degli animi delle città e contrade della sua Patria e che mossa da continuo amore, con suggerimenti e preghiere, fece tornare alla sede di Pietro in Roma i romani pontefici, che quasi in esilio vivevano in Francia, tanto da essere considerata a buon diritto il decoro e la difesa della Patria e della Religione. (Pio XII, breve Licet Commissa, 18 giugno 1939)

Agostino Caracci, Estasi di santa Caterina, 1590

Agostino Caracci, Estasi di santa Caterina, 1590

Read Full Post »

Oggi come sempre, le domande di comunione ecclesiale richiedono una grande condivisione di doni all’interno della Chiesa. Tale condivisione, sia che la natura dei doni sia in modo predominante materiale o spirituale, è un segno delle grazie abbondanti che rianimano e unificano le membra del corpo di Cristo ed è una sorgente di arricchimento spirituale nel ricevere come nel donare. Nell’unità della Chiesa, tutti i cristiani sono chiamati, come membra l’uno dell’altro, a servirsi reciprocamente secondo i doni concessi ad ognuno. (beato Giovanni Paolo II, dal Discorso del 27 aprile 1993)

GiovanniPaoloII.1979

Read Full Post »

La speranza del nuovo sole

Vi sia di conforto la speranza di una promettente schiarita nel cielo nuvoloso di questo nostro mondo. Senza dubbio altre tempeste potranno ancora scatenarsi; ma chi non intravede dalle già, qua e là, squarciate nubi, pronto a sfolgorare coi suoi raggi il sole di una nuova giornata più luminosa e serena? Andrà forse risonando invano il gemito di milioni di anime, che « invocano un cambiamento di rotta e guardano alla Chiesa di Cristo come a valida ed unica timoniera »? Tornate […] ai vostri luoghi di lavoro e dite : «Sta per venire a voi il regno di Dio»! (ven. Pio XII, dal discorso alle coltivatrici e lavoratrici del tabacco, 26 aprile 1953)

PioXII.1

Read Full Post »

Discepolo di Pietro e di Paolo, dall’uno e dall’altro Marco apprese la vita e la dottrina di Gesù. Questa la sintesi della sua carriera apostolica : l’inizio ed il coronamento della sua vocazione. Ma in particolare egli venne salutato « discepolo ed interprete di Pietro ». Quassù dunque, sul colle Vaticano, presso le memorie dei Principi degli Apostoli, il nome dell’Evangelista risuona a gran festa, quasi per il rinnovarsi della sua testimonianza, per il riecheggiare del Vangelo, che dalla mente ispirata e dal cuore di Pietro fluì sulla penna di lui. (beato Giovanni XXIII, dal Regina Caeli del 24 aprile 1960)

sanMarco

Read Full Post »

Sì, la Chiesa è viva – questa è la meravigliosa esperienza di questi giorni. […] la Chiesa è viva. E la Chiesa è giovane. Essa porta in sé il futuro del mondo e perciò mostra anche a ciascuno di noi la via verso il futuro. La Chiesa è viva e noi lo vediamo: noi sperimentiamo la gioia che il Risorto ha promesso ai suoi. La Chiesa è viva – essa è viva, perché Cristo è vivo, perché egli è veramente risorto. (Benedetto XVI, dall’omelia della Santa Messa per l’inizio del Ministero Petrino, 24/4/2005)

Benedetto XVI il 24 aprile 2005

Benedetto XVI il 24 aprile 2005

Read Full Post »

Tanti auguri, Santo Padre!

I migliori auguri del blog al nostro Sommo Pontefice, il Papa Francesco, nel giorno del suo onomastico. La Santa Chiesa Cattolica, infatti, festeggia oggi san Giorgio martire, che effuse la vita per Cristo all’inizio del IV secolo in Palestina. Si tratta di una figura cara alla pietà cristiana e molto conosciuta per la sua leggendaria lotta contro il drago, simbolo delle forze del male sconfitte dall’intraprendenza della fede cattolica. Per certo sappiamo solo che egli fu un soldato e che fu martirizzato per decapitazione nell’ambito della persecuzione di Diocleziano. Non è però questo il luogo per addentarci nei meandri delle ricostruzioni agiografiche: qui vogliamo solo invocare la potente intercessione di san Giorgio sul nostro Santo Padre, affinché anche Jorge Mario Bergoglio possa guidare come milite invitto le schiere cattoliche contro le forze del male che tentano di sopraffarci.

SanGiorgio

Francisco

Read Full Post »

Older Posts »